Alessandro Carboni / EM: tools for urban mapping and performance practice (workshop), 4-6.3.2016

Posted by D1gh3z_1975 in Programma 2015/16

always_carboni1 copy

venerdì 4 marzo, h. 15.00-18.00
sabato 5 e domenica 6 marzo, h. 10.00-17.00
EM: tools for urban mapping and performance practice
costo 55€ (intero) / 45€ (studenti)

info e iscrizioni: info@ateliersi.it, 329 0898 744

EM è un metodo di mappatura urbana ideato da Alessandro Carboni che utilizza il corpo come strumento cartografico. L’obiettivo è quello di stimolare a osservare, catturare ed estrarre gli eventi che accadono in tempo reale nello spazio urbano. Il metodo consente di rivelare gli accadimenti di cui non siamo pienamente consapevoli perché sostano alla periferia della nostra attenzione. La modalità di lavoro prevede lo svolgimento delle attività pratiche e teoriche in studio e all’aperto.

Alessandro Carboni. Artista interdisciplinare, indirizza i suoi lavori sull’esplorazione delle complesse relazioni tra corpo, spazio urbano e cartografia. Le sue performance sono delle mappature di luoghi che l’artista rimodula a seconda dalle specifiche contingenze urbane. I materiali di ricerca raccolti e prodotti durante i lunghi periodi di residenza nelle aree urbane selezionate vengono accumulati all’interno di un archivio che si trasforma in opere visive e performance. Alessandro Carboni ha sviluppato e realizzato numerosi progetti, mostre e performance in tutto il mondo. Al momento vive tra Hong Kong e Sardegna.

nell’ambito di: 

da venerdì 4 a venerdì 18 marzo 2016
ALESSANDRO CARBONI / Always Becoming #Bologna

progetto, installazioni e coreografia Alessandro Carboni / performer Alice Mazzetti, Aristide Rontini e Martina Piazzi / consulenza teorica e curatoriale Piersandra di Matteo / coordinamento Tihana Maravic (Ateliersi) / assistenza Chiara Castaldini / produzione progressive archive / in collaborazione con Atelier Sì spaziotempo 2015/16 Artists in ResidenSì Programme – Progetto Interregionale di Residenze Artistiche realizzato con il contributo di Regione Emilia-Romagna e MiBACT/ grazie all’ufficio S.I.T. Sistemi Informativi Territoriali del Comune di Bologna / con il supporto di Hong Kong Arts Development Council (HKADC), Videotage: Fuse Artist in residence Programme; School of Creative Media, City University of Hong Kong; Adaptive Environments Research Group/IT University of Copenhagen; Living Archives Project, University of Malmo; Kunsthal, with the support of Participatory IT/Department of Aesthetic of Communication at the University of Aarhus.

Always Becoming è una piattaforma erratica che riflette sul corpo combinando pratiche performative, processi di embodiment, mappatura corporea dello spazio urbano, cartografia e geografia sperimentale. Concepito come una piattaforma collaborativa di lavoro fondata sull’interdipendenza tra scienza, pratica e produzione, performer, artisti e teorici condividono materiali di ricerca, pensieri e idee intorno al corpo inteso come vettore e veicolo di analisi dell’ambiente e dello spazio urbano. I materiali prodotti durante la residenza e la fase di condivisione teorica sono presentati in forma di performance, esplorazioni urbane, installazioni e incontri aperti e informali. Always Becoming #Bologna è la tappa italiana del progetto che si sviluppa in varie città tra cui Hong Kong, Aarhus, Copenhagen e Malmö.

Sul web: alwaysbecomingproject.wordpress.com

26 Dic 2015


X