In Your Face

> in creazione

In Your Face è un flusso teatrale che procede per gesti performativi derivanti da profili Facebook e chat di gruppo.

Per sfidare l’immagine della pagina Facebook, della grafica delle chat e dell’interfaccia on line, la relazione spaziale viene determinata dall’esecuzione musicale dal vivo e l’estetica delle scena viene costruita seminando nel vuoto indizi per l’immaginazione. La soglia che divide la zona della performance da quella del pubblico scompare, per fare di questa condivisione un’unica zona del reale.

Il lavoro di Ateliersi si fonda sulla creazione di un punto di vista da dove poter osservare gli esseri umani mentre trasformano, o lasciano che si trasformi, il linguaggio. Per linguaggio  intendiamo la ricerca incessante degli strumenti per stare vicini, in relazione gli uni con gli altri. Ateliersi si orienta qui – come in Urban Spray Lexicon verso quelle azioni che si effettuano in privato, come atti individuali, ma che hanno la forza di espandersi subito dopo in una dimensione pubblica.

Alcune persone, singolarmente o in gruppo, attraverso i social scandiscono in modo efficace la loro relazione con gli accadimenti del reale. Generano visioni e posizioni autonome malgrado la grammatica, in grande parte predefinita, dal mezzo prescelto.  Hanno la capacità di distribuire i loro interventi, la loro presenza, il loro pensiero a ritmo con la qualità di ricezione della propria comunità. Di questo ritmo, che genera reazioni, pensiero condiviso, consenso o disapprovazione – in ogni caso apertura e sviluppo del discorso sul tempo presente – a noi interessa condividere la capacità di essere esilarante.

In Your Face condivide le reazioni agli eventi del reale di questi autori esilaranti. Le connette in uno stream dialogico ininterrotto che interroga i meccanismi del riconoscimento, trascinando lo spettatore nell’ambiguità tra serendipità e omofilia, in quella zona tra la scoperta dell’inaspettato e il riflesso di se stessi che caratterizza la vita nei social.

credits

di e con: Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi
musiche composte ed eseguite dal vivo: Vittoria Burattini, Vincenzo Scorza e Mauro Sommavilla
cura del suono: Vincenzo Scorza
direzione tecnica: Giovanni Brunetto
grazie a Laura Gemini e Giovanni Boccia Artieri per lo sguardo e i preziosi confronti
comunicazione e promozione: Tihana Maravic
organizzazione e amministrazione: Elisa Marchese
produzione: Ateliersi 2017
con il sostegno di: MiBACT, Regione Emilia Romagna e Comune di Bologna

 

X