Di bocca in bocca

> in tour

Di bocca in bocca è un’azione performativa site specific ideata nell’ambito dell’iniziativa U-Lab del Progetto Rock in collaborazione con Card Musei Metropolitani di Bologna e realizzata insieme ad un gruppo di venti cittadini che si mettono a confronto con alcune opere presenti nella Pinacoteca Nazionale di Bologna per condividere un diverso ruolo che l’arte può giocare nelle loro vite e nel rapporto con l’ambiente circostante, in particolare con Piazza Verdi e la Zona Universitaria.

Il percorso – completamente gratuito – si articola in tre incontri work in progress e un appuntamento finale aperto alla cittadinanza in cui i partecipanti condividono con il pubblico il loro personale racconto del lavoro svolto.

Durante gli incontri, condotti da Fiorenza Menni e Andrea Mochi Sismondi, i partecipanti si approcciano alle opere – da Giotto a Guido Reni, dai Carracci al Guercino – ponendo in relazione le figure rappresentate con la propria esperienza personale e con l’autopercezione della loro relazione con gli spazi pubblici. La postura, l’espressione, la relazione con il contesto e con le altre figure rappresentate, l’abbigliamento e le acconciature dei soggetti dei quadri sono gli elementi da cui parte un percorso di condivisione del pensiero attraverso la parola, le immagini e la gestualità.

 “Siamo partiti chiedendo ai partecipanti di cercare loro stessi nelle opere, di individuare composizioni di insieme nelle quali avrebbero voluto essere, di liberare quel processo analogico che li ha poi portati a evocare esperienze contemporanee connesse alle scene raffigurate nei quadri” raccontano Menni e Mochi Sismondi, direttori artistici di Ateliersi. “Dalle loro risposte è partito il lavoro fisico, che – riformulando il rapporto spaziale con i dipinti – ha visto i partecipanti incarnare i personaggi delle opere per lavorare sull’adesione agli stati emotivi rappresentati e indagare quali pensieri generano determinate posture, quali azioni possono indurre”.

Nei corridoi della Pinacoteca Nazionale di Bologna si percepisce la densità degli innumerevoli sguardi posati sulle opere e dei reciproci sguardi che i personaggi ritratti rivolgono ai visitatori; è un’atmosfera da rispettare, da disturbare o da modificare? Quale suono è presente nel quadro che stiamo guardando? Quale verso del XXI secolo vi si può accostare? Chi ha mai ascoltato qualcuno parlare del suo rapporto interiore con un quadro? Dalle risposte a queste ed altre domande sono nate le pratiche di incarnazione, le azioni solitarie e di insieme, i pensieri espressi e le parole sussurrate sui quali ha lavorato il gruppo di donne e uomini di diversa età e provenienza che i visitatori incontreranno muovendosi tra le sale della Pinacoteca.

Di bocca in bocca ha l’obbiettivo di realizzare in via sperimentale un progetto pilota da estendere successivamente alla rete dei Musei aderenti al circuito della Card Musei Metropolitani di Bologna

Di bocca in bocca è un’iniziativa del collettivo artistico Ateliersi promossa nell’ambito di U-Lab un laboratorio che sperimenta nuovi usi e nuove pratiche partecipative in Zona Universitaria, finanziato dal Progetto ROCK (Regeneration and Optimization of Cultural heritage in Knowledge and creative cities).

 

Galleria fotografica
X