SIMONA BERTOZZI / Suite Zero @Artists in ResidenSì 2020, 9.12.2021

Foto di Luca Del Pia

giovedì 9 dicembre alle 19.30
biglietto 10€ intero / 8€ ridotto*
SIMONA BERTOZZI / Suite Zero
@Artists in ResidenSì 2020
lecture performance

durata: 40 minuti

Progetto Simona Bertozzi, Claudio Pasceri / Coregrafia e Danza Simona Bertozzi / Violoncello       Claudio Pasceri / Programma musicale F.J. Haydn, T-C. Hui, J. S. Bach, E. Dadone, T. Hosokawa, G. Mahler / Light design Giuseppe Filipponio / Organizzazione Monica Aranzi / Stampa Michele Pascarella / Foto e video Luca Del Pia / Produzione Nexus 2021, Associazione EstOvest Festival/ Con il sostegno di MiC, Regione Emilia Romagna, Comune di Bologna / Residenza creativa presso Atelier Sì – Artists in ResidenSì e Lavanderia a Vapore – Centro di Residenza Coreografica

Costruita in sei movimenti, con un’anticamera e un congedo che li incorniciano e, al contempo, ne segnano la provenienza e la proiezione, Suite Zero si dispiega come una raccolta di eventi, un’antologia di brani scanditi dal dialogo tra corpo  e violoncello soli.

Pur rispettando la struttura tipica della suite, ovvero il susseguirsi di: preludio, allemande, corrente, sarabande, minuetti, gigue, la tessitura dell’andamento coreografico e musicale intende costruire un paesaggio inedito di compresenze, rimandi e interazioni che scompagina il confine di un ordine precostituito, incidendo sulla percezione ritmica e temporale delle azioni.

Un dialogo tra incisioni e incidenti.

Da momenti di ostinazione dello stare a istanti di sospensione e evanescenza. Dal tratto più individuale al tentativo di perdersi nel molteplice, di sconfinare nell’imprevedibile, Suite Zero afferma la propria natura nel deflagrare del dialogo, tra corpo e violoncello, verso la polifonia, verso la moltiplicazione delle presenze, disseminando sculture sonore e geometrie corporee.

Simona Bertozzi, coreografa e danzatrice, vive a Bologna, dove si laurea in Dams. Dal 2005 è impegnata in un percorso autoriale di ricerca coreografica e nel 2008 costituisce la Compagnia Simona Bertozzi. Nei suoi lavori il linguaggio del corpo risente della compenetrazione di pratiche, pensieri e discipline che fanno dell’atto creativo un sistema multiforme e volto a misurarsi con la contemporaneità. Dal 2014 il percorso di creazione si è rivolto anche a giovani interpreti, coinvolgendo bambini e adolescenti. Parallelamente all’attività di creazione, si occupa anche di percorsi di alta formazione e collabora con ricercatori e studiosi di arti performative. Nel 2019 vince il Premio Hystrio Corpo a Corpo e il premio dell’Associazione Nazionale Critici di Teatro. Read more!

Claudio Pasceri, tra i più apprezzati violoncellisti italiani della propria generazione , svolge un’intensa attività concertistica. Il repertorio solistico comprende concerti di Vivaldi fino a opere di Schnittke, in esecuzioni con orchestre come lOrchestre de Chambre de Toulouse, la Camerata Royal Concertgebouw Amsterdam, lArpeggione Kammerorchester. Una sua esecuzione del concerto di Schumann è stata registrata dalla Bayerischer Rundfunk di Monaco di Baviera. In ambito cameristico collabora con illustri musicisti, tra cui Salvatore Accardo, Pavel Gililov, Ilya Grubert, Dora Schwarzberg, Bruno Giuranna, Rohan De Saram, Rocco Filippini, Gilles Apap. Dal 2012 è il violoncellista di NEXT- New Ensemble Xenia Turin, quartetto d’archi specializzato nel repertorio contemporaneo. Tiene regolarmente Masterclass e seminari per istituzioni europee come Musicalta a Rouffach, Università del Liceu di Barcellona,  Leopold Mozart Universität di Augsburg. Insegna violoncello presso lAccademia di Musica di Pinerolo. È direttore artistico del  Festival  di musica contemporanea Estovest e condirettore di Asiagofestival, al fianco di Julius Berger. Read more!

* Il biglietto ridotto è riservato agli studenti, ai possessori di Card Cultura e ai dipendenti del Comune di Bologna dietro la presentazione del badge/card.
Posti limitati, biglietti disponibili on line su Vivaticket.

22 Set 2021


X