Giulia Cilla / Paisitos, 9.5.15

Posted by D1gh3z_1975 in Programma 2014/15

Cilla_Talk_IMG

sabato 9 maggio, ore 18.00 @ La Caffetteria del Sì
Giulia Cilla / Paisitos @ La Caffetteria del Sì, ingresso gratuito

una conversazione con Giulia Cilla
a cura di Katia Baraldi e Nosadella.due
in occasione di Human Rights Festival

In occasione di Human Rights Festival, Nosadella.due in collaborazione con Katia Baraldi, propone una talk con l’artista Giulia Cilla sulle politiche affettive e memoriali nel Rio de la Plata in Sudamerica. L’artista, svizzera e di origine italo-uruguayana, racconterà il suo progetto di ricerca multidisciplinare Paisitos, in cui si propone di restituire alcuni aspetti delle ultime dittature militari e del Piano Condor. Guidati dal lavoro di Cilla, durante la talk si tenterà di definire una genealogia di queste politiche affettive e memoriali in una declinazione di genere e biopolitica, incentrata in particolar modo sulla valenza dell’operato delle madri di Piazza di Maggio in Argentina e dal processo di collettivizzazione della maternità con cui hanno cercato di portare in superficie una ri-scrittura non egemonica e situata della storia di quegli anni. Si accennerà, inoltre, ad alcuni movimenti legati alla denuncia degli abusi sui diritti umani; repressione, esilio, resistenza, e la loro relazione con l’attivismo politico e poetico sociale. Particolare enfasi sarà conferita al movimento dell’arte correo, una delle tante forme di resistenza legata al linguaggio artistico visuale (che tra le altre cose, genera un circuito artistico indipendente se non clandestino mettendo in crisi il concetto di autorialità). All’interno del talk verranno proposti un incontro skype con la curatrice uruguayana Angela Lopez Ruiz, fondatrice del “Laboratorio di cinema sperimentale e familiare” in Uruguay e Clemente Padin pioniere dell’arte correo (figura tre le più imminenti di questo movimento), per far meglio comprendere gli anni complessi attraverso tre sguardi e tre generazioni di artisti e attivisti; e saranno mostrati alcuni lavori video parte dell’archivio e del avoro dell’artista stessa.

Introduzione al contesto storico-politco delle ultime dittature nel Cono Sud dell’America Latina (Uruguay, Cile e Argentina) negli anni ’70 del ‘900 e loro contestualizzazione nel nostro presente. Presentazione del cortometraggio “Montevideo, cartografia affettiva”Panoramica concettuale (con documentazione fotografica) del progetto Paisitos (a livello metodologico verrà toccato il tema della fictionalizzazione della biografia come approccio alle politiche affettive e della memoria) con lettura di alcuni frammenti dei quaderni e visione del lavoro “Punta Carretas”Incontro skype con Angela Lopez Ruiz e Clmente PadinCarrellata di alcuni cortometraggi parte dell’archivio di Paisitos in 16mm.
Angela Lopez Ruiz è curatrice d’arte visiva, dirige il Programma di Formazione Permanente della Fondazione di Arte Contemporanea e del Programma di Comunicazione Visiva del Museo Gurvich, Uruguay. Clemente Padin importante artista visivo, in America Latina e internazionalmente riconosciuto é tra i pionieri dell’arte correo (arte postale utilizzata come forma di resistenza alla dittatura). Giulia Cilla è artista e ricercatrice. Stà svolgendo un dottorato all’Accademia di Belle Arti di Vienna ed insegnante nel canton Ticino. Katia Baraldi curatrice d’arte indipendente dal 2007, con una formazione storico-sociale.

11 Ago 2014


X