MASSIMO CAROZZI, NICOLAS EMANUELE MARIA ALBANESE e FEDERICA PASCALIS / Do.Ma.Ni, 30.09.2018

MASSIMO CAROZZI, NICOLAS EMANUELE MARIA ALBANESE e FEDERICA PASCALIS / Do.Ma.Ni, 30.09.2018

domenica 30 settembre, h. 18.00 – 24.00

5€ con consumazione inclusa*

MASSIMO CAROZZI, NICOLAS EMANUELE MARIA ALBANESE e FEDERICA DE PASCALIS

Do.Ma.Ni

nell’ambito di Artists in ResidenSì 2018, accompagnati dallo sguardo di Gaspare Caliri; incursioni di Valerio Vigliar.

 

Do.Ma.Ni. è una centrifuga di immagini catturate dalla psicosfera collettiva, una selezione di musiche e suoni possibili ed impossibili. Do.Ma.Ni. è un ambiente mobile, aperto ed empirico, dedicato alla sperimentazione visiva, sonora e relazionale. Un accumulatore seriale di memorie, sommatoria astratta, apologia di Arnold Schwarzenegger, condominio di archetipi, elogio vivente a Chloë Sevigny, blob anfetaminico, scala di Shepard: questo è Do.Ma.Ni.

Massimo Carozzi, artista visivo, musicista e sound designer, esplora la relazione fra suono e immagine, suono e scena, suono e letteratura, suono e spazio. Ha realizzato il sound design di numerosi documentari, film, spettacoli teatrali e di danza, in solo e collaborando con scrittori, registi, coreografi, artisti visivi.

Federica De Pascalis, da Roma a Bologna passando per Milano dove la conduce la professione di fashion designer, è alla costante ricerca di un nuovo immaginario da plasmare. Ama osservare la contemporaneità e ne estrapola le forme e le suggestioni che danno linfa al lato più estetico del cartellone di Do.Ma.Ni.

Nicolas Emanuele Maria Albanese, DJ per necessità espressiva, è selezionatore per passione. Da sempre interessato al lato più psichedelico e iterativo dei generi da dancefloor, cura il programma radiofonico Samizdat per OCWR! a cadenza mensile ed è resident dj delle serate Mint Sound Escape e The Basement.

Compositore, pianista e cantante, Valerio Vigliar lavora tra cinema, teatro e musica d’autore. Firma, fra le tante, le musiche dei film: Good Morning Aman, L’Ultimo Terrestre, Amori che non sanno stare al mondo, Lorello e Brunello, Il Ragazzo più felice del mondo. Dal 2012 fa parte del Collettivo Angelo Mai e della compagnia Bluemotion. La sua cifra stilistica è il frutto di una formazione classica e della passione per l’improvvisazione e per il linguaggio jazzistico. L’approfondimento della forma canzone si unisce alla sperimentazione e alla ricerca timbrica passando per l’antropologia della musica e la filosofia.

* Questa sera il biglietto ha la forma di un bicchiere di vino. In alternativa si può scegliere una bibita.

24 Set 2018 no comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

X