Substitutes / a cura di Erica Preli @ART CITY Bologna 2018, 2-4.02.2018

Posted by D1gh3z_1975 in Programma 2017/18

ART CITY Bologna 2018 @ Sì

da venerdì 2 a domenica 4 febbraio, ingresso gratuito
SUBSTITUTES
a cura di Erica Preli
in collaborazione con Emilio Macchia e Stefano Faoro
segnalato da ART CITY Bologna 2018 in occasione di ARTE FIERA

venerdì 2 febbraio, h. 18.00-24.00 > inaugurazione + aperitivo + performance Comfort di Stefano Faoro + live set di Cocobamba

sabato 3 febbraio, h. 18.00-24.00 > aperitivo + dj set a cura di Alivelab

domenica 4 febbraio, 12.00-18.00 > brunch + live set di Triassico + CTRL ART LAB Playground per bambini

SUBSTITUTES è una mostra che presenta una selezione di immagini di libri. Pubblicazioni che ospitano corpi (umani e non). I corpi e il mondo che li circonda: tracce, trasformazioni, supporti.
Tra le pagine, la tipografa, le immagini, la stampa.

SUBSTITUTES è un progetto di mostra in progress, non ha una struttura fissa se non quella del formato dei contributi, e il colore: bianco e nero.
I contributi alla mostra, uno per ogni invitato, sono foto o scansioni di una doppia pagina tratta da libri che parlano di corpi in modo più o meno esplicito, per immagini o parole; le foto vengono poi riprodotte in formato poster con una stampante Xerox. La mostra non ha una forma definitiva, ma è in costante crescita; aspira a diventare una collezione, un archivio, teso ad arricchirsi di nuovi contributi.

SUBSTITUTES nasce da un interesse e una ricerca personale della curatrice Erica Preli, in collaborazione con Stefano Faoro e Emilio Macchia, che ha preso la forma di mostra per la prima volta nel maggio 2017 nella galleria Mycamera a Ravenna, in occasione della 7a edizione del festival Fahrenheit39, dedicata proprio al rapporto tra editoria e pratiche performative; una relazione la cui base si trova nel linguaggio – la parola parlata, trascritta, letta, raccontata, annotata – e nell’uso del corpo – i movimenti e segni nello spazio, la loro trascrizione e invenzione.
Indagando i momenti in cui le due pratiche, editoria e performance, si uniscono. Quando esperienze di stampa, design, pubblicazione e distribuzione si relazionano a forme di atti performativi attraverso il linguaggio (di ogni tipo), il corpo (individuale e collettivo) e i suoi contesti.
Il focus della mostra sarà sui libri sul corpo. Libri in cui il corpo (umano e non) è investigato; pubblicazioni in cui il corpo è protagonista, o ha un qualche ruolo. Corpi trasformati in libri o libri che parlano di corpi. Libri per immagini o testi che parlano di corpi, il corpo può essere esposto e esibito sulle pagine, o può essere nascosto tra le pieghe delle pagine e le parole; o potrebbe essere presente in modi inaspettati, frutto di interpretazioni del lettore.

 

20 Dic 2017 no comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

X